STORIA

Il 16 dicembre 1972 nell’ospedale psichiatrico di Trieste diretto da Franco Basaglia è costituita la CLU: Cooperativa Lavoratori Uniti. Ne fanno parte donne e uomini internati che sino allora, in nome dell’ergoterapia, avevano svolto attività di pulizia, lavanderia, trasporto lenzuola dentro le mura di San Giovanni. All’epoca la maggioranza degli internati nei manicomi non aveva i diritti civili. Far riconoscere il diritto a un salario equo per una vita indipendente è stato il grande ostacolo che abbiamo superato, nascendo.

La CLU è quindi la prima cooperativa sociale d’Europa, in Italia anticipa le “cooperative integrate” poi successivamente chiamate cooperative di tipo B. All’inizio degli anni 80 la CLU prende il nome del suo fondatore, Franco Basaglia scomparso nell’agosto del 1980. La CLU-F.Basaglia cresce e si sviluppa, anche grazie al contributo di fondi europei che, negli anni 90, permettono di sperimentare l’apertura di nuovi settori, nuove opportunità di inserimento socio lavorativo per persone fragili.

Dicembre 2012 la CLU compie 40 anni: l’ampio processo di liberazione e riconoscimento dei diritti di cittadinanza aperto da Franco Basaglia è ancora fragile. Oggi siamo un’impresa, orgogliosa di una professionalità costruita e difesa con tenacia in questi lunghi anni. La CLU-FBasaglia persegue gli stessi obiettivi di democrazia, mutualità e contrasto all’ineguaglianza che l’hanno fondata: affermiamo il valore delle diversità per esigere l’universalità dei diritti.